VINCENZO NIBALI!!!
28 luglio 2014, 08:59
Filed under: attualità, sport | Tag: , , ,

2014_07_27t162926z_1447930504_lr1ea7r19ss93_rtrmadp_3_cycling_tour_81489_immagine_ts673_400

«…quegli occhi allegri da italiano in gita
E i francesi ci rispettano
che le balle ancora gli girano […]
da quella curva spunterà
quel naso triste da italiano allegro
tra i francesi che si incazzano…»

Annunci


Consigli per il trasporto della bici

IMG_0995

Rispondo ad A. che mi chiede informazioni tecniche su come spedire la bici da Roma per Santiago e da Santiago per Roma:

Ciao Giuliano, sono A., visto che quest’anno ho intenzione di fare il cammino in bicicletta, tra le tante esperienze che ho letto, la tua è quella che più mi ha colpito e che più si avvicina alla mia situazione (intendo per andata e ritorno) volevo chiederti alcuni consigli per il volo di andata e ritorno, visto che non ho intenzione di farmela in macchina da Venezia, opto per l’aereo, per l’andata purtroppo non trovo voli diretti per Biarritz (con Ryanair), mi tocca quindi, prendere due voli e pagarmi due volte il trasporto della bici, o sennò c’è un volo della “Vueling” (compagnia low cost spagnola) che mi porterebbe direttamente a Pamplona però non così poi troppo economica; ah premetto che il periodo in cui voglio partire è fine giugno, metà luglio, superato il “problema”del viaggio, per l’imballaggio della bici all’andata come hai fatto?
Per il ritorno invece, ho letto che ti sei fatto spedire a casa la bici da Santiago, ecco volevo chiederti, tu sei andato la all’ UPS di santiago senza aver prima prenotato la prenotazione di spedizione? Quanto hai pagato per fartela rispedire? Per il resto sei stato molto chiaro nella tua esperienza/guida, spero che tu possa aiutarmi, attendo una Tua risposta.
Grazie in anticipo.
Ciao, A.
Ciao A.

Ottima scelta… il Cammino è un’esperienza unica ed indimenticabile che non dimenticherai mai.
Veniamo ai dettagli tecnici: all’andata ho imbarcato la bici nel volo Ryanair: ho preso una scatola in un negozio di bici e ho somontato la sola ruota anteriore. Ci sono scatole di due dimensioni: quelle che prevedono lo smontaggio di una ruota e quelle che prevedono lo smontaggio di tutte e due. Nella scatola ho messo anche le due borse che poi ho attaccato alla bici, facendo attenzione a non superare il peso massimo (20 kg se non mi sbaglio). A me non l’hanno pesata, però in alcuni aeroporti lo fanno. La mia è stata solo aperta, quindi non imballarla a casa ma lasciala aperta e portati il nastro da pacchi, così dopo il controllo la chiudi.
Per il ritorno a Santiago c’è un ufficio della Ups che prende in carico la spedizione anche senza prenotazione. Sono abituati… Se dovesse andare male ci sono comunque un alternative (Mail boxes etc, Bicigrino (http://www.bicigrino.com) e qualcun altro. Io me la sono cavata con un centinaio di euro, ma sono passati 4 anni. Entro una settimana la bici ritorna a casa. Anche in quel caso ho riempito la scatola del superfluo, così ho passato gli ultimi giorni senza troppi pesi.
Spero di esserti stato utile, se hai altri dubbi contattami pure. OK?
Buen camino
Giuliano


Santiago di Compostela

Ho trovato utilissimo, prima di partire, leggere blog e siti con le esperienze di chi ha già fatto il Cammino. Sarei felice di poter aiutare chi sta partendo con consigli e suggerimenti. Senza presunzione. J

Se vuoi leggere il resoconto del mio viaggio: http://www.giulianodorsi.com/Santiago.html



Arrivato.

Alla fine sono arrivato. Giovedì mattina, nonostante giorni di pioggia incessante e cime incredibili, ho raggiunto Santiago di Compostela. Ho preferito non scrivere nessun diario quotidiano, forse per vivere ancora più intensamente e più intimamente questa avventura.

Con la promessa, però, di pubblicare un resoconto anche fotografico di questo splendido viaggio. Grazie mille per i tanti messaggi di incoraggiamento. J



Si parte

Domenica prossima partirò per fare il Camino di Santiago con la mia Mountain bike. 800 Km da Roncisvalle a Santiago di Compostela, il cammino francese, passando per Navarra, Rioja, Castiglia e Leon e infine la Galizia. Erano anni che pensavo di andarci, a Santiago, là dove secondo la leggenda, una notte di Medioevo si accese una stella (Campus Stellae) sopra un campo d’erba per indicare il corpo di San Giacomo. Un viaggio interiore, lungo, arduo, difficile, affascinante e avvincente. Non avrò con me alcun supporto tecnologico, ma spero di trovare degli internet point dove poter aggiornare il mio blog con immagini e notizie.

Ultreja



Santiago di Compostela

30.05.2010



In ricordo di Eva
9 novembre 2009, 08:19
Filed under: attualità | Tag: , , , ,

Eva Bohdalova, 28 anni di Brno, Repubblica Ceca, viveva a Roma e amava andare in bici.

Travolta alle spalle ed uccisa da un automobilista in Via Dei Fori Imperiali la notte del 29 ottobre.

Chi ama la bici non può non ricordarti.

eva sulla ciclabile